Stop violenza

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Solo amore

O felicità

La violenza

Odiosa,

Assolutamente

Mostruosa

Orribile

Respingiamo

E

Noi

O

Voi

Incoraggiamo

O

Lavoriamo

pErche

Nessuno possa

“Zittire”

lA Donna

Zittelleggi, diciassettesimo anno. Cambiare è bello, fra Gavinana e San Marcello!

A.S. 2019/2020, un anno di grandi cambiamenti.

Dalla festa di fine anno, 5 giugno 2019: “Grazie Renza, un immenso grazie, pieno di affetto, a te e a tutti gli ospiti e operatori della Casa Famiglia San Gregorio Magno per tutto quello che ci avete insegnato… a presto!”

 

First Lego, 14 maggio 2019

Creatività significa semplicemente collegare cose. Quando chiedi a persone creative come hanno fatto qualcosa, si sentono quasi in colpa perché non l’hanno fatto realmente, hanno solo visto qualcosa e, dopo un po’, tutto gli è sembrato chiaro. Questo perché sono stati capaci di collegare le esperienze vissute e sintetizzarle in nuove cose.

(Steve Jobs)

 

La creatività richiede il coraggio di sbarazzarsi delle certezze.
(Erich Fromm)

 

La Scuola di Maresca, infanzia e primaria, verrà  ristrutturata e messa in sicurezza. Così a settembre ci trasferiremo, alcuni a Gavinana altri a San Marcello e i piccolini a Campo Tizzoro, ma, tutti insieme, continueremo a lavorare per una scuola inclusiva, accogliente, creativa, competente, una scuola che sviluppi menti critiche.

Pieter Bruegel the Elder – Peasant Wedding- Il Banchetto nuziale è un dipinto a olio su tavola di Pieter Bruegel il Vecchio, databile al 1568 circa e conservato nel Kunsthistorisches Museum di Vienna

E “Di necessità faremo virtù”. Quest’anno consumeremo i nostri pasti in classe, almeno lo faranno prima, seconda e terza, e cercheremo, tutti insieme, di fare in modo che questo momento diventi importante e fortemente educativo per adulti e bambini.

La tavola è luogo di riconoscimento e ospitalità, ed esperienza di scambio. La tavola è la strada più breve tra il cuore di due persone. In tavola non ci si alimenta solo di cibo. Ci si alimenta gli uni degli altri. In tavola si capisce di “esistere” perché si è amati e ascoltati.

(Fabrizio Caramagna)

 

Buon anno a tutti noi!

 

 

Animali in via di estinzione, animali che aiutano gli uomini

Aiutiamo gli animali per aiutare noi stessi

Tutti gli animali 

Mi piacerebbe un giorno
poter parlare
con tutti gli animali.
Che ve ne pare?
Chissà che discorsi geniali
sanno fare i cavalli,
che storie divertenti
conoscono i pappagalli,
i coccodrilli, i serpenti.
Una semplice gallina
che fa l’uovo ogni mattina
chissà cosa ci vuol dire
con il suo coccodè.
E l’elefante, così grande e grosso,
la deve saper lunga
più della sua proboscide:
ma chi lo capisce
quando barrisce?
Nemmeno il gatto
può dirci niente.
Domandagli come sta
non ti risponde affatto.
O – al massimo – fa “miao”,
che forse vuol dire “ciao”.

di Gianni Rodari

 

Montagna Pistoiese Ieri e Oggi, indovinelli e testimonianze

Non perdiamo più tempo, salviamo i colori, le piante, le erbe, gli animali della nostra montagna

 

Indovina Indovinello, 

chi fa l’uovo nel corbello?

 

1-C’è una fila di fratini,

tutti bianchi e piccolini,

stanno sempre a chiacchierare

o a ridere e mangiare.

Che cosa sono?

 

2-Al suo passaggio tutti si tolgono il cappello.

Ha i denti ma non morde.

Che cos’è?

 

 

3-Qual è l’animale che la mattina cammina a 4 zampe;

il giorno a due;

la sera a 3.

Chi è?

4-Storta e bistorta

in tutti i luoghi porta.

Che cos’è?

 

5-Nasce con le corna,

campa senza corna,

muore  con le corna

Che cos’è ?

 

6-C’è una cosa, quanto

più se ne leva, più

cresce.

Che cos’è ?

 

7-Se lo pianti,

non cresce.

Che cos’è ?

 

8-Ho un buco sulla testa

e faccio buchi.

Chi sono?

 

9-Ho la corona

ma non sono un re.

Chi sono?

 

10-Qual è la cosa che se casca in terra non si rompe

e se casca nell’acqua si rompe?

 

 

11-Cruda non si trova

cotta non si mangia.

Che cos’è?

 

12-Cruda non si vede

cotta si mangia.

Che cos’è?

Sfatti e RIfatti-Perché e Come Riciclare

I materiali di scarto delle nostre attività stanno occupando il mondo in ogni luogo.

Le soluzioni ci sono, la volontà ancora non molto.

Dobbiamo consumare meno e meglio, facendo attenzione alle reali necessità che abbiamo; quello che non consumiamo deve essere assolutamente riusato o riciclato.

Ne va del nostro futuro e di quello di tutti gli esseri viventi.

Festa di Istituto: “Il treno della sostenibilità”

Grazie a tutti, genitori, nonni, amici, che ci hanno aiutato a scoprire come e quanto si possa riciclare o riusare.

Alcune delle attività dei laboratori pomeridiani che i
bambini della Scuola Primaria di Maresca hanno seguito
quest’anno, hanno finalizzato il loro lavoro per “Sfatti e
RIfatti” dando vita a semplici oggetti interamente fatti a
mano con materiale riciclato, unici nel significato che
rivestono:
– Dal Progetto “PANE E NUTELLA”, in collaborazione con
gli ospiti della Casa Famiglia S. Gregorio Magno, nascono
queste creazioni:
classe 1a: PORTACHIAVI realizzati riutilizzando dei tappi
di sughero.
classe 2a: PUNTA SPILLI CUP CAKE riciclando delle
vaschette, dell’ovatta e della stoffa di vecchi abiti.
classe 3a: KIT PER CUCITO riutilizzando dei vasi di vetro,
dell’ovatta e della stoffa di vecchi abiti.
classe 4a: RICETTARIO DEL RICICLO utilizzando carta
riciclata.
E per finire:
PIANTINE PER L’ORTO; cetrioli, zucche, zucchini,
pomodori, e tanto altro pronti per essere trapiantati!!
– Dalle attività fatte in classe con Cristina Geri, con il
Comitato Cultura di Maresca ed Ennio Baldini sono nate
queste creazioni:
PORTASPAGNOLETTE 
GREMBIULINI
POCHETTE
BRACCIALETTI
tutto realizzato con stoffa di vecchi abiti inutilizzabili

Dal Progetto “PANE E NUTELLA”, che vede la
collaborazione degli ospiti della Casa Famiglia S. Gregorio
Magno “ con i bambini della Scuola Primaria di Maresca,
nasce per “Sfatti e RIfatti” il  
“RICETTARIO DEL RICICLO”
Alcune delle Nonne ospiti alla Casa Famiglia con la loro
saggezza, hanno dato qualche ricetta che ai loro tempi
veniva usata per non buttare via il poco cibo a
disposizione, e i Bambini (nello specifico quelli della classe
4a elementare), con la loro vivacità e fantasia hanno
trascritto tutte le ricette ed hanno disegnato le copertine
dei ricettari.
Il tutto è stato poi fotocopiato su carta riciclata ed è stato
rilegato con una cartellina anch’essa riciclata su cui sono
state attaccate le copertine disegnate da ogni bambino.
Non ci resta che augurarVi
BUON APPETITO!!
Dai Nonni della Casa Famiglia, 
dagli Alunni,
dai Maestri, 
da Carla e da Gioia.

 

Ecco alcune idee per riutilizzare cibi avanzati suggerite dai “nonnini”